I miei HAIKU, SENRYU e TANKA

SENRYU


fragore d'onde
umore variabile
l'animo umano


Dipinto di VICTOR LUZIK


TANKA

mille emozioni
amore allegria speranza
gioia piacere

timore e verecondia
colori in chiaroscuro

HAIKU

 

alberi in fiore
i rami s'intrecciano
sfiorando il cielo

SENRYU

 

affido al vento

cullati dai ricordi

pensieri per te


SENRYU

 

mare turbato
dai capricci degli dèi
argentei ricci

HAIKU

 

coccolandomi

natura m'accoglie in un

grembo di fiori

TANKA

curiosa aspetta
che maturino i frutti
cagnetta ingorda

lei dono della vita
mi appaga più di un fiore


*splendide bacche

la natura ci dona

cibo degli dèi

TANKA

*mi porta il vento

leggera come l'aria

qui ed ora è bello

 

il futuro è lontano

ci penserò domani

*giornata mite
lascio aperta la porta
entrerà il sole


*va in cerca d'oro

s'avventura sui fiori

sparge dolcezza

*sera sognante

un'aria profumata

un dolce invito

*voce del mare
consigli millenari
per chi è in ascolto


*stare a guardare

una rosa che sboccia

mi riempie il cuore

*giammai si stanca

lavora con amore

per la nidiata

*avere le ali

muoversi con il vento

essere altrove


*in cerca di ali
lieve come il respiro
dolce è il pensiero

*insegue sogni
lieve vaga il pensiero
amica notte

*piccolo geco

si crogiola sul muro

cercando il sole


*fa l'occhiolino

la viola tricolore

ed un sorriso

*salgo i gradini
del mio vecchio portone
profumi antichi

*apre le sue ali

vola oltre le nuvole

incontro al sole


*ognun saluta
il sole che se ne va
il cane lo ama

*rosee scogliere

illuminate all'alba

lei il mare e il sole

*spettacolare

il mare è uno splendore

a ogni stagione


*vecchia bottega
nei vicoli del borgo
vende ricordi

*buongiorno mondo

un po' di pioggia non può
fermare il sole

*pian piano il sole
saluta e s'allontana
lo accoglie il mare


Senryu

*cari ricordi

odor di pane buono

sapori antichi

Senryu

*nella campagna
scorron lieti i pensieri
dolcezza è in cuore

Senryu

*nessuno aspetta

splendida fioritura

tra mille spine


*Senryu

mare in tempesta
stride il contrasto d’onda
dolcezza in cuore

*Senryu

ciò che è più caro
proteggi dalla pioggia
con tanto amore

Senryu

esser curiosi
sorprendersi ed amare
non fa invecchiare


haiku
*nel cielo azzurro
tamerice risplende
coi suoi piumini

kigo=tamerice (fioritura primaverile)

haiku
*si arrampicano
campanule ridenti
color del sole
kigo=sole


Senryu

*a piedi nudi

sulla sabbia mi sento

libera e in pace

*Haiku

sto aprendo gli occhi
notte di dolci sogni
bello è il risveglio

piccolo kigo=notte

 

Haiku

*se c'è l'amore
è sempre primavera
nei nostri cuori

kigo=primavera


*tanka
un prato in festa
un cane e tre bambine
giochi innocenti


ed io alla mia età vorrei
bambina esser con loro

haiku
*rondini in volo
disegnano arabeschi
nel cielo azzurro

kigo=rondini

 

haiku

c'è un nido sotto
il tetto torneranno
qui le rondini

kigo=rondini



Haiku

*fior di ciliegio
sorrisi di bambini
dolci ricordi

Tanka

piccoli frutti
offre il nuovo mandorlo
la vità è bella


da bambina piansi il mio
mandorlo rinsecchito


Haiku

*si nega spesso
come una primadonna
il sol splendente

 

kigo=sole
Dipinto di Edvard Munch

Senryu
*quasi ballando
ticchettio della pioggia

mi stringe il cuore

haiku

giorni sereni
buona pasqua a voi tutti
Letizia e amore


Tanka

*ricco è il giardino
che offre doni ogni giorno
e si rinnova


ignoravo la gioia
di stupirmi tra i fiori

 

Contrasto tra il rinnovarsi e l'ignorare.

Dipinto di OSCAR BLUHM - In The pergol

Tanka

*nel cielo azzurro
volano nubi chiare
e splende il sole


una brezza leggera
spazza pensieri tristi

 

Contrasto tra lo splendore del cielo e i pensieri tristi

Haiku

*raggi di sole
inondano il mio letto
dicon buongiorno

 

kigo=sole


Haiku

*mi apro al mattino

a tutto ciò che è vivo
abbraccio il mondo

piccolo kigo=mattino

haiku

mandorlo in fiore
bussa la primavera
tempo di gioia

kigo=primavera

Senryu
nel vecchio diario
serbo viole e mughetti
che bei ricordi
 

haiku

*l’amore è vita
seppur qualcun lo nega
non vivi senza

kigo=vita

haiku

*amo ogni cosa

abbraccio la natura

e l’infinito

kigo=natura

haiku

*vola il pensiero

a paesi tropicali 

smania di sole

kigo=sole


haiku

tramonto rosso
gioiscono i miei occhi
pace nel cuore

kigo=tramonto

senryu

la gente ammira
la festa del patrono
coi fuochi in mare


 

haiku
la donna è vita
dà vita ad altre vite
tu non stroncarla
kigo=vita

 

haiku
*profuman l’aria
fiori di primavera
mille colori
kigo = primavera
 Dipinto di ARTHUR HACKER Les fleurs du printemps (1870)

luce e calore
mi accarezza la pelle
splendido sole

Dipinto di David Caspar Friedrich - "Donna di fronte al sole"

non so sottrarmi
all’antico richiamo
che vien dal mare

(la foto è mia)


haiku

*micia sui rami
sente la primavera
cerca i suoi spazi
kigo = primavera

haiku

il mar si calma
un sole intiepidito
scaccia l’inverno
kigo=inverno

haiku
 
mi piace marzo
fiorisce il mio giardino
il ciel sorride
 
 
kigo=marzo

haiku

leggo un buon libro
pensieri positivi
presso il camino

 

kigo=camino

haiku

*danze di mille
colori illuminano
prati d'aprile

kigo=aprile


Haiku

guardo la giostra

sorrido ai miei ricordi

non è più inverno

kigo=inverno

Haiku

dolce rifugio
per leggere e sognare
estate e inverno

kigo=estate - inverno

Tanka
il tempo scorre
ciò che lasci è perduto
restan rimpianti


oh! ricordar da vecchi
l'amor che ti ha arricchito


haiku

dolci ricordi
le fiabe della nonna
le porto con me

Senryu

Luce sul mondo
Sul velo dei ricordi
Svanirà il buio

Senryu

Il mare ha suoni,
Per chi sa udirli ha note
Lievi o possenti..


Senryu

scrivo con gioia
al fin d’una giornata
l’ultimo haiku

Haiku

Anche Natale
Festa del dio denaro
Festa esteriore

kigo=Natale

Haiku

Aridi cuori
Il sole nel deserto
Non porta vita

kigo=vita


Haiku

Notte: son sola
Cagnette addormentate
C'è vita in casa

kigo=vita

Haiku

clochard sfiniti
vagano sotto i ponti
cercano vita

kigo=vita

Haiku

Sciolta la neve
Il natale e' alle spalle
Pasqua sorride

kigo=Pasqua


Altri haiku, senryu e tanka

Haiku

 

le teste unite
due cigni innamorati
formano un cuore

haiku

 

m’addormento se
leggo libri di notte
piacere e relax
 

Haiku

*pigra mi stendo
so che mi aspetta il sole
ma ... senza fretta
kigo=sole


********
melodia e vita

sia nella poesia
che nell'amore


vedo il tuo amore
non voglio in alcun modo
farti soffrire

gelo nel cuore
lo porta via l’amore
universale

 

in questo cuore
nasce un dolore sordo
pianger vorrei

azzurro abisso
il mare è uno splendore
anche in autunno

auguri ai papà
che non s’impegnan solo
pei propri figli
 
ma perché tutti i bimbi
abbiano un buon futuro

**********

calda speranza
il mondo cerca pace
amor giustizia


amor giustizia
la vita è sempre bella
se c’è l’amore


non ti tradirà
colui che ti conosce
l’amico specchio
 

 

Gocce d’estate
Non sono che illusioni
Son fiocchi nivei
 


bei fiorellini
occhieggiano nell’erba
dono di marzo
 

 

l’animo umano
tra la pioggia e il sereno
marzo incostante

********

triste realtà
rendiamola più lieta
con buone azioni
solidali con gli altri
vivere è bello


bene profondo
bugia da innamorati
o vero amore
 

 

racchiudo ancora
il piccolo segreto
del primo amore


ci si racconta
davanti al caminetto
favole e sogni
 


il fuoco è acceso
stretti intorno al camino
dolci ricordi
 


nel caminetto
nasce da braci accese
calore antico


IL TANKA

Il tanka è un componimento poetico d'origine giapponese di 31 sillabe (morae). È formato da 5 versi, di cui due di 5 sillabe e tre di 7, così disposti: 5,7,5 / 7, 7. La strofa superiore e quella inferiore sono divise fra loro e tra le due vi deve essere un evidente contrasto.

 

L'HAIKU

L'haiku è un breve componimento nato dall'usanza di utilizzare soltanto la strofa superiore del tanka. Esso è costituito complessivamente da diciassette sillabe, così suddivise: cinque-sette-cinque.

 

L'haiku si ispira alla cultura zen. Fa riferimento alla natura nei suoi molteplici aspetti e alla stagione in corso. Un elemento caratterizzante dell'haiku, che deve essere necessariamente presente, è detto kigo, costituito da una parola riferita al mondo della natura. In alternativa, nell'haiku deve essere presente il piccolo kigo, ossia il riferimento ad un momento particolare della giornata.

 

IL SENRYU

Anche il senryu, come l'haiku, è una breve composizione di origine giapponese; è composto da tre versi, di cui quello centrale è un settenario, mentre il primo e il terzo hanno cinque sillabe. Prende il nome dal poeta Karai Senryū, che per primo ne pubblicò una raccolta. 

 

Rispetto all'haiku, qui manca il kigo; prevale il contenuto scherzoso, unoristico o ironico. Il tema non è più (o non solo) la natura, ma piuttosto la vita umana con le sue problematiche. Quando il tema è la natura con i suoi elementi, essi presentano caratteristiche umane. Nel senryu, che spesso è malinconico o triste, possono essere contenute una o più figure retoriche, ad esempio l'iperbole (descrizione esagerata della realtà. Esempio: "Sono mille anni che non ci vediamo", "Ti amo da morire"), la personificazione (attribuzione di caratteristiche umane a elementi della natura o ad oggetti inanimati. Esempio: "il vento ascolta"; "il sole mi sorride"; "la sabbia mi accoglie").

 

BIBLIOGRAFIA

 

IRENE BAROCCI (a cura di) - Cento Haiku, Guanda, Parma 1987

IRENE STARACE (a cura di), Il grande libro degli haiku, Castelvecchi, Roma, 2005.
MARIO RICCO', PAOLO LAGAZZI (a cura di), Il muschio e la rugiada. Antologia di poesia giapponese, BUR, Rizzoli, Milano, 1996.
ELENA DAL PRA (a cura di), Haiku. Il fiore della poesia giapponese da Bashō all'Ottocento, Oscar Classici, Mondadori, Milano, 1998.

Spazio pubblicitario. Per informazioni cliccate qui

Newsletter