ETIMOLOGIA DI FIORI E PIANTE

 

Abelia - piante della famiglia delle Caprifogliacee, con fiori estivi tubulosi o campanulati, deve il suo nome al naturalista Abel Clarke.

 

Abutilon – Nome di origine araba, indicava una pianta con caratteristiche simili alla malva.

 

Acalypha – Dal greco akalephē, ortica, è una pianta erbacea perenne ornamentale della famiglia delle Euforbiacee, molto decorativa, con foglie vellutate (da cui il nome).

 

Acanthocalcium klimpeliano (cactacea) - Il nome deriva dal greco àkantha, spina, e càlyx, calice, perchè le scaglie sul tubo e sull'ovario sono modificate in spine.

 

Acetosa – Pianta erbacea perenne, rustica, coltivata a scopo alimentare, è così chiamata perché ha foglie dal sapore acidulo per la presenza di acido ossalico.

 

Achillea - Deriva dalla credenza che Achille avesse usato queste piante durante l'assedio di Troia per curare le ferite dei suoi soldati. Dalle foglie si estraggono dei succhi utili per curare ferite, ragadi e ulcerazioni.

 

Achimenes – Origine del nome: dal greco α (alfa = privativo, dà valore negativo alla parola successiva) e cheimano (=sto al freddo), significa pianta che mal sopporta le basse temperature.

 

Actinidia – Deriva dal latino scientifico e questo, a sua volta, dal greco actìs -inos, che significa raggio. A questo genere di piante appartiene l’ Actinidia chinensis, conosciuta come kiwi, con lunghe ramificazioni a raggiera.

 

Aechmea fasciata – Pianta da appartamento - Deriva dal greco akmé, punta, per la presenza delle punte acute del calice.

 

Aeschynantus – Il nome deriva dal greco aischyne, vergogna, e ànthos, fiore, come se i fiori fossero diventati rossi per vergogna o pudore.

 

Agnocasto – Nome di origine greca, deriva da agnos, che significa casto. I latini associarono i termini agnus e castus per indicare l’innocenza dell’agnello.

 

Allamanda - Il nome del fiore deriva da quello del botanico Fréderick Louis Allamande.

 

Aloe - Deriva dal latino aloe che, a sua volta, deriva dall'arabo aluat (=cosa amara) per il suo succo amarissimo.

 

Alstroemeria - Deriva dal nome del barone Claus von Alstroemer, che portò al suo amico Carlo Linneo (noto botanico e scienziato) alcuni semi di questa pianta dal suo viaggio in Sudamerica nel 1753.

 

Amaranto - Deriva dal greco amarantos (che non appassisce) per la lunga durata dei suoi fiori.

 

Anemone – Da anemone = vento, prende il nome dalla fragilità del fiore, che si spezza sotto l’azione del vento.

 

Anthurium – Il nome deriva dal greco anthos, fiore, e ourà, coda, a causa del  caratteristico spadice, che sorge al di sopra della spata, come una piccola coda.

 

Agave – Pianta delle Amarillidacee, proveniente dal Messico, il nome deriva dal greco agauós, nobile, splendido e significa splendido fiore.

 

Albicocco – Pianta da frutto della famiglia delle Rosacee, originaria dell’Armenia o della Cina, il suo nome deriva dal latino praecŏquus, che significa precoce, tramite l'arabo al-barqūq.

 

Amarillide -  Pianta bulbosa con grandi infiorescenze bianco-rosa, deriva il suo nome dal greco  Amaryllís, nome di una pastorella, frequente nella poesia bucolica. Amaryllis deriva dal greco "amarisso" e significa brillare, splendere.

 

Aquilegia – Deriva dal latino aquilegium, serbatoio d’acqua, per le numerose goccioline di rugiada che si raccolgono sulle foglie e negli speroni dei petali. 

 

Arancia – Deriva il suo nome dal persiano nārang, che risale probabilmente al sanscrito nāgarañja e significa frutto prediletto dagli elefanti.  

 

Aristolochia - Deriva dal greco àristos (che significva ottimo) e lochéia (che significa parto) per le sue proprietà medicamentose.

  

Artemisia – Questo nome, che deriva  dal greco artemisía, da Ártemis, Artemide, connota un genere di piante erbacee aromatiche.

 

Arum - Il nome deriva dal greco aron (=caldo, calore) per la singolare proprietà della pianta di emettere calore durante la fioritura.

 

Aspidistra – Diffusa pianta da appartamento, il suo nome deriva dal greco aspis, scudo, dovuto alla forma dello stigma.

 

Aster – Il nome deriva dal fiore, a forma di stella (aster=stella).

 

Astilbe -

 

Azalea - Deriva dal greco azaléos, che vuol dire secco.

 

Begonia - Pianta da appartamento di origine tropicale, il nome fu dato al genere da Linneo in onore di Michel Begon, governatore di Santo Domingo e grande sostenitore degli studi botanici.

 

Beloperone – Pianta di origine tropicale. Il nome deriva dal greco bélos, freccia, e peròne, fibbia, per la caratteristica forma dell’infiorescenza (simile a un gamberetto).

 

Bergenia -

 

Bessera elegans – Pianta di origine messicana, il nome deriva da quello del botanico Wilbald S.J.G. von Besser (1784-1842), fondatore dell'Orto Botanico di Kremenets in Ucraina. 

 

Bougainvillea – Questo rampicante, di origine tropicale, deve il suo nome all’Ammiraglio francese de Bougainville

 

Basilico – Pianta erbacea aromatica annua (Ocymum basilicum), deriva dal greco basilikón e significa erba regia.

 

Brunfelsia – Pianta dal fiore violaceo, deve il suo nome al botanico Otto Brunfels.

 

Camomilla – Erbacea molto diffusa (Matricaria camomilla), il suo nome deriva dal latino tardo chamomilla, risalente al greco chamáimēlon, che significa mela nana, per l’odore, che ricorda quello di alcune piccole mele.

 

Calantha - Il nome di questa pianta significa bel fiore ( dal greco kalos anthos).

 

Calathea – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal greco kalathos, canestro, per la tipica forma dell’infiorescenza.

 

Calceolaria (scarpetta della Madonna) – Orchidea selvatica presente in Italia, deriva il suo nome dal latino calceolus, piccola scarpa, per la forma dei fiori.

 

Calendula - Prende il nome da Calende (primo giorno del mese) perché, nella bella stagione, fiorisce ogni mese.

 

Calla o Zantedeschia – Il nome comune, Calla, che fu attribuito da Linneo, deriva dal greco e significa bello. Il nome Zantedeschia fu dato dal botanico italiano, del XIX secolo, Francesco Zantedeschi.

 

Calycanthus  - Arbusto a fiori piccoli, color giallo. Il nome  deriva dal greco calux = calice e antos = fiore.

 

Camelia –  Pianta originaria di Cina e Giappone, deve il suo nome a G.J Camel, che nel 1700 la porta in Europa, dove diventa molto popolare.

 

Celidonia – Erbacea perenne della famiglia delle papaveracee, deriva il suo nome dal greco chelidónion, da chelidon, rondine, perché si credeva che questi uccelli curassero con essa gli occhi dei rondinini.

 

Celosia -

 

Centaurea – Pianta della famiglia delle Composite, deriva il suo nome dal latino centaurēum, risalente al greco kentáureion, per denominare l'erba di cui si servì il centauro Chitone (maestro di Achille) per curarsi una ferita.

 

Chamadorea – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal greco chamai, nano, e dory, albero o fusto d’albero, per il gran numero di specie di bassa taglia. 

 

Ciclamino - Il nome deriva dal greco kuklos che vuol dire cerchio, per la tipica forma del fiore.

 

Cistus – Il nome deriva dal greco kystis, vescichetta, dalla forma delle capsule seminali.  

 

Clematide - Etimologia: dal greco klema-atos, tralcio di vite, indica il portamento rampicante di tutte le specie.

 

Clerodendron – Pianta fiorifera di origine subtropicale, deriva il suo nome dal greco kléros,  sorte, destino, e déndron, albero. Il nome le fu attribuito da Linneo, il quale riteneva che alcune specie fossero tossiche e altre terapeutiche.

 

Clianthus - Il nome di questo bel fiore significa fiore della gloria e deriva dal greco.

 

Clivia miniata – Il nome di questa bella pianta da appartamento deriva da Lady Clive, duchessa di Northumberland, a cui il naturalista Lindley la dedicò, dandone notizia sul Botanical Register.

 

Coleus –Il nome del genere deriva dal greco koleos, guaina, fodero, in virtù dei filamenti degli stami che appaiono riuniti in piccoli fasci. 

 

Columnea - Il nome ricorda il naturalista napoletano Fabio Colonna, vissuto tra il XVI e il XVII secolo.

 

Cordyline - Il nome deriva dal greco kordyle, clava, a causa della forma che assumono le radici di alcune specie.

 

Coryphanta andrete  - Pianta cactacea, originaria del Messico, il cui nome deriva dal greco koryphé, sommità, e ànthos, fiore, perchè i fiori nascono all'apice della pianta.

 

Crossandra - Il nome deriva dal greco krossos, frangia, e andros, maschio, a causa delle antere frangiate.

 

Cryptanthus -Il nome deriva dal greco kryptos, nascosto, e anthos, fiore, perché la pianta presenta fiori sessili, che rimangono nascosti al centro della pianta. 

 

Cyclamen -

 

Cymbidium (orchidea) - Deriva dal greco kimbé, coppa, a causa della forma del labello.

 

Dalia – Prende il nome dal botanico svedese Dahl che, nel 1789, importò questa pianta dal Messico.

 

Daphne - Deriva dal greco e significa alloro, lauro. È il nome di un personaggio mitologico.

 

Datura - Deriva il suo nome dalla voce indiana Dhatura = mela spinosa, chiamata così per i frutti spinosi.

 

Davallia – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal nome del botanico svizzero Edmond Daval, vissuto nel XVIII secolo.

 

Delphinum – Il nome deriva dal delfino perchè i boccioli chiusi del Delphinium peregrinum sono abbastanza simili a questo animale.

 

Dianthus - Nome scientifico del garofano, deriva dal greco e significa fiore divino.

 

Dicentra -

 

Dieffenbachia – Il nome di questa pianta da appartamento ricorda quello di J. F. Dieffenbach, che curava i giardini del palazzo imperiale di Vienna.

 

Digitale – Dalla particolare forma cilindrica del fiore, simile ad un ditale.

 

Dimorphoteca -

 

Dipladenia – Questo bel rampicante di origine tropicale deriva il suo nome dal greco diplos, doppio e aden, ghiandola, a causa della presenza di due ghiandole nell’ovario.

 

Dracena - Deriva dal vocabolo greco drakaina (femmina di drago), a causa della sostanza resinosa rossa, dalla quale si estrae una sostanza colorante, chiamata sangue di drago.

 

Echeveria – Il nome di questa pianta da appartamento è stato dato in onore del pittore messicano Atanasio Echeverria, famoso per i suoi dipinti di piante. 

 

Echinocactuus - Pianta cactacea di origine messicana, il nome deriva dal greco echinos, porcospino, unito a cactus, a causa delle spine numerose e forti addensate sulle areole.

 

Echinops in greco significa simile al riccio di mare per le sue infiorescenze spinose, che sembrano più aculei che fiori.

 

Enkiantus – Il suo nome gli fu dato dal botanico portoghese Ioannes de Loureiro, il quale lo chiamò fiore gravido, dal greco en-kueo (sono gravida) e anthos (fiore) perché i suoi fiori sono pregni di altri.

 

Elicriso – Il nome di questa pianta, considerata sacra dagli antichi latini, deriva dal greco Helios e Creseo, cioè il Sole e Creso, re della Lidia, famoso per le immense ricchezze che aveva. I Romani ne facevano delle corone per adornare le statue degli dei, soprattutto di Apollo e di Atena.

 

Elleboro – È il nome della Rosa di Natale, che deriva dal greco e significa nutrimento che fa morire.

 

Equiseto - La parola Equisetum deriva dal latino Equus = cavallo e Saeta = pelo, crine. La pianta ha la forma di una coda di cavallo ed è ricchissima di silice.

 

Episcia – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal greco episkios, che significa ombroso, in quanto l’ambiente naturale del genere è il sottobosco della foresta tropicale, privo di luce diretta.

 

Eranthis - Il nome deriva dal greco e significa fiore della primavera.

 

Escobaria spedii – Pianta cactacea, che fu scoperta nel 1920 da R.J. Speed, da cui prese il nome, nel Texas sud-occidentale, sui monti Franklin presso El Paso, al confine con il Messico. Il nome del genere ricorda due naturalisti messicani, i fratelli Escobar.

 

Fatshedera – Significa falsa edera per la sua somiglianza col rampicante più comune.

 

Fiordaliso - Pianta erbacea con fiori azzurri bellissimi, il suo nome deriva dal francese fleur de lis (fior di giglio).

 

Fittonia – Il nome di questa pianta da appartamento ricorda quello di Elisabeth e Sarah Mary Fitton, autrici del libro Conversation on Botany della prima metà dell’Ottocento.

 

Fragaria (fragola): deriva da fragrare (mandare odore) da cui deriva anche fragranza. I Romani utilizzavano le fragole come dolce per la festività in onore di Adone. Secondo la leggenda, alla sua morte, Venere scoppiò in lacrime e queste, cadute a terra si trasformarono in piccoli cuori e in fragole.

 

Fresia - Deriva il suo nome dal medico tedesco F.H.Th. Freese.

 

Fucsia – A questo bel fiore fu dato il nome in onore di L. Fuchs, naturalista tedesco del XVI secolo, che fu professore a Tubingen. 

 

Gladiolo - Per la sua forma allungata prende il suo nome dal latino gladius, che significa spada.

 

Gardenia – Il nome del genere deriva da quello del botanico scozzese A. Garden (sec. XVIII).

 

Gazania -

 

Geranium - Deriva dal termine greco geranion (=becco di gru), perché il fiore è costituito da cinque carpelli terminanti con un grosso becco (simile a quello della gru).

 

Gerbera –Il nome di questo bel fiore deriva dal cognome del naturalista tedesco T. Gerber.

 

Giacinto – Deriva dal greco giak, che significa rosso cupo.

 

Giglio - Dal latino lilium, che a sua volta deriva dal greco leirion, che significa gracile, molle per indicare la morbidezza al tatto dei suoi petali.

 

Giunco (Juncus) – Deriva dal latino juncus, che significa congiungere, per l'uso che si faceva di questa pianta.

 

Guzmania - Etimologia: il nome commemora il naturalista spagnolo Anastasio Guzman (XVIII secolo).

 

Gynura aurantica – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal greco ghynè, femmina, e ourà, coda, per via degli stigmi molto allungati.

 

Helenium -

 

Hibiscus – Il nome deriva dal greco ebisckos e ibiskus, usato da Dioscoride per indicare una specie di malva.

 

Hoffmania – Il nome di questa pianta da appartamento commemora G. F. Hoffmann, professore di botanica a Gottinga e Mosca tra il 1700 e il 1800.

 

Hoya carnosa – Il nome ricorda quello di Thomas Hoy, capo giardiniere di del duca di Northumberland, nel XVIII. 

 

Hydrangea - Deriva dal greco hidro (=acqua) e angéion (=conca) dato alla forma della capsula seminale.

 

Hypoestes – Deriva dal greco ypo, sotto e estia, dimora-casa, a causa del fatto che il calice si presenta ricoperto dalle brattee. 

 

Impatiens - Deriva dal latino impatiens, impaziente, a causa del fatto che le capsule, contenenti i piccoli semi, si aprono di scatto al minimo tocco, lanciando loro il loro contenuto.

 

Iris – Pianta bulbosa, deriva il suo nome dal greco iris = arcobaleno, (iride) per i suoi fiori multicolori.

 

Lantana - Fu Linneo a passare questo nome al genere in questione. Esso deriva forse dal latino lentare = piegare, per la flessibilità dei rami.

 

Lavanda – Dal latino, indica la principale utilizzazione di questa pianta, che serviva a profumare l’acqua prima di farsi il bagno.

 

Ligustro - Dal latino ligustrum, pianta che proviene dalla Liguria.

 

Lillà - Etimologia complessa: deriva dal francese lilas che, a sua volta, deriva dall'arabo lilak e dal persiano nilik, da nil, che significa indaco.

 

Liquidambar sembrerebbe derivare dal latino liquidus ambar, ambra liquida, alla quale somiglia la resina che fuoriesce dal tronco.

 

Mandragola - Solanacea il cui nome deriva dal latino mandragora, attraverso il greco mandragòras, derivato dal persiano mardum-gia, che significa pianta dell'uomo, per la somiglianza della radice col corpo umano.

 

Marantha – Il nome di questa pianta da appartamento ricorda Bartolomeo Maranta, medico e botanico del XVI° secolo.

 

Margherita - Deriva dal latino margarita, che significa perla.

 

Medinilla magnifica – A questa splendida pianta fu dato questo nome in onore di José Medinilla de Pineda, governatore delle isole Marianne nel 1820.

 

Melissa deriva dal greco mèllita e significa ape, perchè è una delle piante più mellifere.

 

Melocactus bahiensis – Pianta cactacea di origine brasiliana (Bahia), il nome del genere, usato per primo da Tournefort, deriva dal latino melo (abbreviazione di melopepo, termine usato da Plinio il Vecchio per il melone) e da cactus (cefalio rotondo o cilindrico).

 

Mimosa - Da mimo per lo strano comportamento dei fiori e delle foglie.

 

Monstera – Il nome di questa pianta da appartamento sembra derivi dal latino monstrum, cosa strana, prodigiosa, per le dimensioni delle foglie di alcune specie appartenenti al genere.

 

Narciso – Secondo alcuni etimologi deriva dal latino narcissus che, a sua volta, deriva dal greco narké = stupore, meraviglia per il profumo straordinario dei suoi piccoli fiori.

Secondo la mitologia il bellissimo Narciso si specchiò in uno stagno e si innamorò della sua immagine riflessa; cadde nell’acqua e affogò. Al suo posto, sulla sponda, nacque l’omonimo fiore.

 

Neoregelia – Il nome ricorda quello del botanico E. Albert von Regel vissuto nel XIX secolo.

 

Nephrolepsis – Il nome di questa felce deriva dal greco nephros, rene e lepis, scaglia, a causa della forma della membrana che serve da riparo alle spore.

 

Nerium (oleandro) – Il nome deriva dal greco neron, acqua, perché questa pianta cresce spontanea lungo il corso dei fiumi.

 

Nidularium – Il nome deriva dal latino nidus, nido, a causa della posizione semi-nascosta, in cui nascono i fiori, al centro della rosetta di foglie.

 

Ninfea - pianta acquatica con foglie rotonde galleggianti e fiori molto vistosi, deriva dal greco nymphàia, che vuol dire pianta delle ninfe.

 

Oncidium – Il nome di questa orchidea deriva dal greco onkos, punta, a causa dell’escrescenza che si trova sul labello.

 

Peonia - Etimologia: dal greco paionia (=pianta che risana), perché le radici della pianta hanno proprietà medicinali, ma anche dal medico Peone, che curò Plutone ferito da Ercole (Vedi Iliade, V libro).

 

Paphiopedilum - Il nome di questa orchidea deriva dal greco Paphie, uno degli attributi di Afrodite, e pedilon, sandalo, a causa della forma del labello.

 

Passiflora – Il nome significa fiore della passione. I primi colonizzatori spagnoli ravvisarono nel fiore gli elementi della passione di Cristo: nei filamenti a raggiera la corona di spine; nello stilo la colonna della flagellazione; negli stigmi i tre chiodi; nei tre stami la spugna imbevuta di fiele.

 

Pelargonium – Nome scientifico del geranio, deriva da greco pelargos, che vuol dire cicogna, per la rassomiglianza del seme che ricorda il becco dell'uccello.

 

Pervinca - Deriva dal latino vinca, da vincere (=avvincere, legare) per i suoi tralci serpeggianti.

 

Petunia – Il nome della pianta, proveniente dall’America meridionale, deriva dal portoghese petum, tabacco, per la somiglianza delle loro foglie.

 

Philodendron – Il nome di questa pianta da appartamento, che deriva dal greco philos, caro, diletto e dendron, albero, indica il portamento rampicante della maggior parte delle specie che, nei paesi di origine, crescono avvinghiati agli alberi.

 

Pilea – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal latino pileus, berretto in feltro che, a sua volta, deriva dal greco pilos, indicante un oggetto in feltro.

 

Pittosporo – Il nome di questa pianta deriva dal greco pitta, pece, resina e spora, seme, perché ha i semi ricoperti di resina.

 

Platycerium – Il nome di questa pianta da appartamento deriva dal greco platis, grande e keras, corno, per la forma delle fronde.

 

Plumbago – Chiamata anche Gelsomino azzurro, deriva il suo nome (pianta del piombo o piombaggine) perché si credeva che curasse l’avvelenamento da piombo.

 

Primula –Ha questo nome perché è uno dei primi fiori a spuntare in primavera.

 

Ranuncolo = piccola rana, perché questo fiore predilige i luoghi paludosi e umidi.

 

Reseda - Dal latino sedare (=calmare) per le proprietà curative attribuite alla pianta.

 

Rododendro - Nome attribuito da Linneo a questa pianta dai fiori simili alle rose. Deriva da rhodon (=rosa) e dendron (=albero).

 

Rosmarino – Plinio ne spiega il significato: Ros-Marinus significa Rugiada di mare.

 

Salice – Il nome deriva dal latino salicen, che proviene dal greco elike, riconducibile a saras = acqua, perché cresce lungo i fiumi e i corsi d’acqua.

 

Sedum - Il nome , definito da Linneo, potrebbe derivare dal verbo di radice latina sedeo = io mi siedo per il tipo di fusto prostrato  e per l'abitudine che avevano i Romani di mettere queste piante sui tetti, convinti che tenessero lontano i fulmini.

 

Senecio – Deriva dal latino senex, per la peluria bianca che formano i capolini una volta sfioriti. 

 

Solanum – Deriva dal latino solanem (= consolazione), che indica le proprietà sedative e medicamentose di alcune specie.

 

Spathiphyllum – Il nome deriva dalla particolare forma dell’infiorescenza a spadice avvolta da una spata.

 

Stephanotis – Questo splendido rampicante bianco, che proviene dal Madagascar, prende il suo nome dal greco stephanos, corona e otos, orecchio perché gli indigeni avevano l’usanza di farne corone.

 

Strelitzia – Questo bellissimo fiore, di origine tropicale, appena fu introdotto in Europa nel 1700, fu dedicato a Carlotta-Sofia di Meclemburg-Strelitz, vedova di re Giorgio III, da cui prese il nome.

 

Streptocarpus – Deriva il suo nome dal greco streptos, attorcigliato e karpos, frutto, a causa della forma a spirale delle capsule dei semi.

 

Streptosolen – Bel fiore giallo-aranciato, deriva dal greco streptos, attorcigliato e solen, tubo, a causa della forma della corolla. 

 

Tagete - Dal latino Tages o Tagus, divinità etrusca minore, figlio di un Genius Jovialis e nipote di Giove.

 

Tamerice – Il suo nome deriva dal greco tamarix = scopa, perché i suoi rami, legati, possono essere usati per ramazzare.

 

Tradescanzia o erba miseria – Il suo nome, dato da Linneo, ricorda i naturalisti inglesi Tradescant, John il vecchio e John il giovane.

 

Tulipano - Il tulipano è originario della Turchia. Il termine tulipano deriva dal greco turban (= turbante), per la sua forma che ricorda quella del turbante.

 

Verbena - Deriva dal latino e significa ramoscello sacro, perché veniva utilizzato in alcune cerimonie religiose.

 

Vriesea – Il nome di questa pianta da appartamento commemora W. H. de Vriese, botanico olandese del XIX secolo.

 

Vuylsstekeara – Il nome di questa orchidea deriva dal belga Charles Vuylsteker (1844 - 1927), proprietario di un grandissimo vivaio di orchidee in Belgio, che realizzò per primo l' incrocio da cui è nata questa specie.

 

Zantedeschia  - Vedi Calla.

 

Zebrina – Il nome di questa pianta da appartamento ricorda quello della zebra per le striature delle foglie.

 

Zinnia - Questo bel fiore prende il nome dal botanico tedesco J.G.Zinn. 

PETALI PROFUMATI - I vostri haiku

Se siete iscritti a Facebook e volete cimentarvi con la scrittura degli haiku, oppure siete esperti e volete contribuire con i vostri componimenti, vi invito a iscrivervi al mio gruppo PETALI PROFUMATI - I nostri haiku.  Il link per gli iscritti a facebook è il seguente:

 https://www.facebook.com/groups/petaliprofumati/

 

Se chiedete l'iscrizione, daremo una veloce occhiata  al vostro diario di Facebook (per evitare di iscrivere buontemponi e perditempo). Sono graditi coloro che amano l'arte, la bellezza, la gioia e coloro che vogliono leggere o scrivere haiku. Il gruppo propone diverse attività: organizziamo giochi e gare di haiku (in premio diamo pergamene virtuali).