TRAME DI ROMANZI 2013 - 2018

TRAME DI ROMANZI

 

In queste pagine troverete le trame dei romanzi più diffusi degli ultimi trent'anni, La lettura della trama può invogliare a leggere un libro sconosciuto (o di cui si conosce solo  il titolo) e può costituire un incentivo per la scelta di  un regalo che possa piacere particolarmente ad una persona cara.

Buona lettura a tutti!

 

 Dipinto di Vittorio Matteo Corcos - Pomeriggio in terrazza

 

DAN BROWN - Origin (2017)

JAMES PATTERSON - Qualcosa di personale (2015)

DONATO CARRISI - La ragazza nella nebbia, Longanesi 2015

PAULA HAWKINS - La ragazza del treno - Piemme 2015

 

 

ILDEFONSO FALCONES – La regina scalza 2013

 

Un’ex schiava della colonia spagnola di Cuba, Caridad, approda in Spagna dopo la morte del suo padrone. Cammina libera per le vie di Siviglia godendosi la sua riconquistata libertà.  Ha venticinque anni e non ha più nessun padrone a cui obbedire, ma non ha neppure una casa e deve difendere questa libertà da tutti. Verrà abusata e sfruttata, si rassegnerà al suo triste destino dando sfogo al dolore col suo canto finché non si prenderà cura di lei una gitana ribelle, Milagros, la bella ballerina che seduce con il suo corpo, le sue movenze, i suoi balli provocanti (la regina scalza). Tra le due donne nasce un’intensa amicizia.

Caridad si innamora del rozzo, ma fiero, libero e volitivo Melchior de Vega, nonno di Milagros. Dal canto suo Milagros si innamora di Pedro, appartenente alla potente famiglia Garcia, nemica dei Vega. 

Un giorno i soldati armati irrompono nella città e, per ordine del re, imprigionano tutti i gitani. La potente famiglia Garcìa propone a Milagros di sposare Pedro; in cambio le promettono la liberazione dei suoi genitori. La regina scalza, già innamorata di Pedro, accetta. 

Le due amiche sono costrette a separarsi, ma il destino ha già stabilito che entrambe possano ritrovarsi tempo dopo, più fiere che mai.

 

JOËL DICKER La verità sul caso Harry Quebert

 

Marcus Goldman, uno scrittore diventato famoso grazie al suo primo libro, avverte mancanza di ispirazione nello scrivere il secondo romanzo. Si rivolge all’amico Harry Quebert, che gli propone di scrivere nella tranquillità della propria casa.

A casa dell’amico scopre che nel 1975, un anno prima di pubblicare Le origini del male, Harry aveva frequentato Nola Kellerga, una quindicenne, prima scomparsa e poi uccisa.

Improvvisamente  il cadavere di Nola viene scoperto nel giardino di Harry, accanto al manoscritto de Le origini del male a lei dedicato.

Lo scrittore, costretto a confessare la relazione con lei, viene sospettato per omicidio.

Marcus è il solo convinto dell’innocenza dell’amico e torna ad Aurora per cercare nuove prove. Non tutti vogliono che egli indaghi: riceve lettere minatorie, ma non si lascia scoraggiare Viene a sapere che avevano organizzato una fuga insieme. Intervista parenti, amici e persone informate dei fatti.

Una compagna di scuola di Nola gli rivela che la ragazza veniva picchiata in casa a frequentava  regolarmente Stern, l’ex  proprietario della casa di Harry, ricco uomo d’affari.

Scopre che Stern aveva un autista, Luther, con un grande talento per la pittura, ma sfigurato e trovato morto dopo la scomparsa di Nola. Scopre che il capitano Pratt aveva trascurato alcune piste significative, che lo avrebbero portato alla scoperta della verità. Il capitano gli confessa che la ragazza aveva incontri con Stern. Viene scoperto un ritratto come prova, che farà scagionare lo scrittore.

Marcus completa il suo libro, riscuotendo un considerevole successo ma, insoddisfatto del risultato, cerca ancora di capire. Nola, fuggita di casa, incontra Luther, che le rivela di essere l’autore delle lettere. Qualcuno, vedendoli, a torto aveva creduto che Luther volesse far del male alla ragazza. La polizia, appena arrivò, pestò a morte Luther, poi inseguirono Nola per non farla parlare: Nola, rimasta accidentalmente uccisa, era stata sepolta nel giardino di Harry.

Marcus e Harry scrivono “I gabbiani di Aurora” , che riscuote grande successo, poi i due si allontano per sempre.

 

KATHLEEN McGOWAN - Il vangelo secondo Maria Maddalena, Piemme 2013 

Questo thriller storico-religioso narra le vicende che portano al ritrovamento del Vangelo segreto di Maria Maddalena la quale, in fuga dalla Galilea, ha portato con sé in Francia i papiri contenenti la sua storia e li ha nascosti nel territorio della Linguadoca. 

 

La giornalista Maureen Paschal riceve l'incarico di scoprire i papiri segreti di Maria Maddalena, moglie di Gesù, madre dei suoi dei figli.

Nel corso della storia dell’umanità, numerosissimi seguaci del messaggio d’Amore della Maddalena hanno difeso la sua dottrina con la vita; ricordiamo i Càtari, che furono perseguitati, martirizzati e sterminati.

Per Maureen, che è notevolmente incuriosita e impegnata nella ricerca dei papiri segreti, si aprono splendidi scenari sullo sfondo della bella terra di Francia. Ospitata in un favoloso castello, conosce personaggi interessanti e colti e compie delle scoperte di eccezionale valore.

Tra questi personaggi vi sono anche i membri della famigerata setta dei Giusti, seguaci del messaggio di Giovanni Battista, il quale rifiutava di riconoscere un ruolo di rilievo alle donne nella predicazione della parola divina. Costoro ricercano accanitamente i papiri segreti e non esiteranno ad uccidere, pur di appropriarsene.

 

Nella seconda parte, decisamente meno interessante della prima, si avverte subito una caduta verticale di tono e di tensione. La scrittura acquista uno stile molto diverso,  fino a perdere quasi le connotazioni del thriller storico per diventare una semplice narrazione della vita di Gesù. La mancanza di tensione in questa parte diventa scoraggiante, anche se  non mancano rivelazioni clamorose, che ci presentano personaggi “negativi” del vangelo da un punto di vista decisamente inconsueto ed originale.

 

Coloro che riescono a proseguire nella lettura ne sono ampiamente ripagati, perché le vicende seguenti, che coinvolgono i vertici della compagnia dei Gesuiti e della Chiesa cattolica, oltre alle numerose sètte, riportano al massimo la tensione narrativa.

 

Un fortissimo messaggio d’amore, inviato da Maria Maddalena, investe continuamente ogni lettore, anche quello agnostico o ateo.

 

JOHN VERDON - L'enigmista, Piemme 2013

 

Thriller molto ben costruito, il libro costituisce l'opera prima di John Verdon, che ha subito catturato l'attenzione della critica e del pubblico ed ha avuto successo e grande diffusione. Mark Mellery, riceve per posta una lettera in cui gli viene chiesto di pensare a un numero, uno qualsiasi. La lettera contiene una seconda busta con un biglietto su cui è scritto proprio il numero che Mark ha pensato, 658. Nella stessa lettera gli viene chiesto di inviare una somma di denaro ad un indirizzo specifico.

Mark chiede consiglio a un vecchio amico detective, Dave Gurney.

Mark continuerà a ricevere lettere di enigmi; successivamente viene ucciso. Dave  discute di questo caso con la moglie Madeleine. Sui luoghi dei delitti (sono più d'uno e riconducono all'autore della lettera a Mark Mellery), Dave incontra un investigatore, Jack Hardwick. Entrambi discutono sui numerosi indizi lasciati dall'assassino sui luoghi del delitto, quasi a voler sfidare la polizia; in realtà oggetti che sembrano privi di senso e per nulla collegati fra loro.

I due scoprono che gli assegni che vengono inviati su richiesta dell'enigmista ritornano indietro e che coloro che risultano essere i destinatari degli assegni sono stati uccisi.

Dave deve muoversi al più presto, perché ha scoperto di essere la prossima vittima.

Alla fine si scoprirà che tutto ha un senso per l'assassino: gli oggetti, le lettere che scrive in versi, la logica di tutto ciò che accade. 

La storia del serial killer che invia alle vittime enigmi e poesie prima di ucciderle avvince dalla prima all'ultima pagina, ma piacciono soprattutto i personaggi del detective e di sua moglie, con i loro problemi personali e familiari e con cui finiamo per identificarci.

Dal punto di vista stilistico, con la sua scrittura sintatticamente corretta e la narrazione estremamente scorrevole, il libro ricorda gialli famosi, al punto che potremmo credere di avere tra le mani un romanzo poliziesco classico, ma alcuni dettagli relativi a nuovissime tecnologie (dalla mappa di Google al mouse e alla realizzazione di un programma di identikit per computer) svelano che, in realtà, si tratta di un libro scritto molto di recente.

 Per leggere l'incipit del libro clicca qui.

 

STEFANO BENNI, Achille piè veloce, Feltrinelli, 2003

 

Il libro affronta temi di rilievo quali l’eutanasia, l’amicizia, la fedeltà e il coraggio con una scrittura alquanto irriverente e un po’ fuori dagli schemi.

Ulisse è un giovane scrittore che lavora in una casa editrice  in crisi e si innamora di Pilar, una novella Penelope, immigrata senza permesso di soggiorno.

In un appuntamento al buio, incontra Achille, un ragazzo su una sedia a rotelle che comunica attraverso un computer. E’ un ragazzo disabile eroico, ironico, triste, gravemente malato, una creatura appassionata, che ci avvicina ad un mondo di vitalità e dolore. La sua deformità è incurabile e non gli lascia la benché minima speranza di trascorrere una vita “normale” come i suoi coetanei. L’amicizia di Achille e Ulisse cambierà la vita di entrambi.

 

PETALI PROFUMATI - I nostri haiku

 

Se siete iscritti a Facebook e volete cimentarvi con la scrittura degli haiku, oppure siete esperti e volete contribuire con i vostri componimenti, vi invito a iscrivervi al mio gruppo PETALI PROFUMATI - I nostri haiku.  Il link per gli iscritti a facebook è https://www.facebook.com/groups/petaliprofumati/ 

Sono graditi coloro che amano l'arte, la bellezza e coloro che vogliono leggere o scrivere haiku. Il gruppo organizza giochi e gare di haiku (in premio diamo pergamene virtuali).