HAIKU DI JORGE LUIS BORGES


Tra i poeti celebri che hanno composto haiku mi piace ricordare JORGE LUIS BORGES.

 

La luna nueva.

Ella también la mira

desde otra puerta.

La luna nuova

anche lei sta guardando

da un'altra porta (la traduzione è mia; si tratta di un haiku 5-7-5 anche in italiano).

 

Altri haiku di Borges (traduzione in italiano): 

 

La vasta notte

ora non è null’altro
che una fragranza

 

Mute le corde.
La musica sapeva
quello che sento

 

L'oziosa spada
sogna le sue battaglie.
Altro è il mio sogno. 

Oggi non ride
il mandorlo dell’orto.
È il tuo ricordo

 

Oscuramente
libri stampe e chiavi
han la mia sorte.

 

Sopra il deserto

avvengono le aurore.
Qualcuno lo sa.

 

Sotto la gronda

lo specchio non riflette

più che la luna.

 

Lontano un trillo.

L’usignolo non lo sa

che ti consola.

 

Qualcosa han detto

la sera e la montagna.

Ma l'ho perduto.


Vi invitiamo a leggere gli haiku di Borges in Poesie scelte: JORGE LUIS BORGES, La cifra (Milano, Mondadori 1982).

HAIKU DI ALTRI POETI

 

EDOARDO SANGUINETI

E' il primo vino

calda schiuma che assaggio

sulla tua lingua 

 

Sessanta lune
i petali di un haiku
nella tua bocca
 


Dal libro di haikai / haiku "Attimi" di MARIO CHINI (1876-1959)  scegliamo un haiku dedicato a coloro che si dilettano con questo componimento.



In tre versetti

tutto un poema e, forse,

tutta una vita.

 

BIBLIOGRAFIA

 

IRENE BAROCCI (a cura di) - Cento Haiku, Guanda, Parma 1987

IRENE STARACE (a cura di), Il grande libro degli haiku, Castelvecchi, Roma, 2005.
MARIO RICCO', PAOLO LAGAZZI (a cura di), Il muschio e la rugiada. Antologia di poesia giapponese, BUR, Rizzoli, Milano, 1996.
ELENA DAL PRA (a cura di), Haiku. Il fiore della poesia giapponese da Bashō all'Ottocento, Oscar Classici, Mondadori, Milano, 1998.