* * * * * * * Film d'animazione * * * * * * *

FANTASIA (1940)

 

REGIA: Walt DisneyJames Algar, Samuel Armstrong, Ford Beebe, Norman Ferguson, Jim Handley, Wilfred Jackson. 

DURATA: 125 minuti.

 

Tra i realizzatori del film, è da annoverare Leopold Stokowski con la Philadelphia Orchestra. Tra i principali episodi ricordiamo:

Lo schiaccianoci di P.I. Ciaÿkovskij;

L'apprendista stregone di P. Dukas;

La sagra della primavera di I. Stravinskij;

la sinfonia Pastorale di Beethoven;

La danza delle ore di A. Ponchielli;

Una notte sul Monte Calvo di M. Musorgskij;

Ave Maria di Schubert.

Bellissimi oggeti animati, animali e fiori si muovono sulle note dei grandi musicisti. Il film riscosse un grandissimo successo.

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (1951)

 

REGIA: WALT DISNEY

 

Tratto dal bellissimo libro di Lewis Carroll, narra di una bambina che, avendo visto un coniglio nel parco, lo insegue e finisce non nella sua tana, ma in un mondo strabiliante, pieno di creature strambe e inquietanti: il cappellaio matto, lo stregatto, la Regina di cuori, che ordina l'uccisione della bambina. Alice fugge errorizzata, si sveglia di soprassalto e scopre che si trattava soltanto di un sogno (o di un incubo?).

DUMBO (1941)

 

REGIA: Walt Disney

 

Il protagonista è Dumbo Jumbo, un elefantino dalle orecchie sproporzionate, che viene preso in giro dagli altri. ben presto scoprirà che, proprio grazie alle sue enormi orecchie, che in realtà sono delle ali, è in grado di volare.

LA BELLA ADDORMENTATA

 

REGIA: WALT DISNEY

Il film d'animazione è tratto da una notissima fiaba. 

Nel Medioevo, in un lontano regno, nasce una principessina, Aurora. I regnanti organizzano una grande festa per la sua nascita, ma dimenticano di invitare la strega Malefica, la quale promette di vendicarsi: il giorno del suo sedicesimo compleanno Aurora morrà. Una fata buona riesce a convertire il maleficio: Aurora non morirà, ma cadrà in un sonno profondo.

I genitori sono costretti ad allontanarla per evitare che il maleficio si compia. La bambina viene affidata a tre fate buone, Flora, Fauna e Serena. Diventa una bellissima ragazza e si innamora, ricambiata, del principe Filippo. Entrambi ignorano di essere stati promessi l'uno all'altra sin da bambini. Quando Aurora compie sedici anni, la perfida strega si presenta a lei e, con un fuso, la punge per farla morire.

Il principe Filippo, che ama Aurora, con la forza del suo amore riesce a scionfiggere il maleficio e uccide il drago (sotto ill quale si nascondeva la perfisda strega). Col suo bacio risveglia Aurora e può, così, coronare il suo sogno d'amore.

LA CARICA DEI 101 (1961, rifatto nel 1996)

 

REGIA: Walt Disney, Wolfgang Reitherman, Hamilton Luske, Clyde Geronimi.

DURATA: 79 minuti.

 

Pongo e Peggy sono due Dalmata di classe che vivono con i rispettivi padroni. Un giorno Pongo vede in lontananza Peggy e costringe il padrone ad una corsa forsennata per raggiungerla. La corsa si conclude, per gli umani, con un tuffo nel laghetto ma, almeno, Pongo e Peggy possono cominciare a frequentarsi. Anche i loro padroni scoprono di avere molte affinità e così la faccenda  si conclude col doppio matrimonio della coppia umana e di quella canina. Peggy presto rimane incinta e Crudelia DeMon, malvagia e rapace, chiede all'amica di venderle i suoi nove cuccioli per farsene una pelliccia. Al netto rifiuto ricevuto, Crudelia incarica due loschi figuri di rapire i cuccioli e portarli in un luogo dove sono già stati alloggiati 90 cuccioli. La salvezza dei piccoli, rocambolesca e spettacolare, è affidata ad alcuni cani, alle mucche e ai cavalli. Alla fine i nostri rientrano a casa, seguiti da molti altri: contando anche Pongo e Peggy, in casa ci sono tutto ben 101 cani dalmata.

BIANCANEVE E I SETTE NANI (1838)

 

REGIA: WALT DISNEY

Il film è tratto dalla celeberrima fiaba dei fratelli Grimm.

 

Grimilde, la bella regina infatuata di se stessa, ogni giorno, interroga il suo specchio magico, per chiedere chi sia la più bella del reame. Invariabilmente lo specchio la rassicura che la più bella è lei. Ma un giorno lo specchio deve ammettere che la più bella è Biancaneve, figliastra di Grimilde. Rosa dall'invidia, la regina affida la giovinetta a un cacciatore perchè la uccida. Il cacciatore ha pietà di lei e la lascia nel bosco. Biancaneve è spaventata ma, correndo a cercare un rifugio, finisce per arrivare a una piccola casetta, occupata da sette nani, che lavorano in miniera. Quando la sera si ritirano e trovano un'intrusa nella loro casa, dopo il primo momento di sgomento, l'accolgono festosamente e si affezionano moltissimo a lei; le consentono di restare nella loro casa e le raccomandano di non aprire a nessuno.

La regina scopre che Biancaneve è ancora viva e che è ospite dei sette nani. Trasformatasi in un'orribile vecchia, prepara una mela avvelenata, la mescola ad altre mele e si avvicina alla casetta, chiedendo di entrare. Biancaneve si rifiuta, ma accetta comunque il dono di una mela. Dopo averla addentata, cade a terra come morta.

Gli animali della foresta corrono ad avvertire i sette nani; ma questi non possono far altro che constatare la morte della loro cara amica. La depongono in una bara di vetro e piangono per averla perduta.

Passa nel bosco un cavaliere, che vede la bellissima fanciulla rinchiusa in una bara di vetro. Chiede di avvicinarsi e, mosso da un irresistibile impulso, la bacia. Il bacio del principe risveglia Biancaneve, la quale segue il principe nella sua reggia... e va incontro finalmente alla felicità.

CENERENTOLA (1950)

 

REGIA: WALT DISNEY

 

Il film è tratto dall'omonima fiaba di Charles Perrault.

Cenerentola è orfana di madre. Suo padre ben presto si risposa con una donna vedova con due figlie, Anastasia e Genoveffa.

Morto il padre, la matrigna sfrutta indegnamente la bambina, che viene chiamata Cenerentola perché costretta a raccogliere la cenere nel camino e a svolgere lavori pesanti. Ma Cenerentola svolge il suo lavoro con gioia e canta in modo mirabile, sognando il principe azzurro.

Un giorno il re organizza un grande ballo, al quale sono invitate tutte le ragazze del reame. Anche Cenerentola si prepara ma, al momento di uscire, la matrigna e le sorellastre la chiudono in casa. La poveretta piange sconsolata. Arriva la fata Smemorina che, con la sua magia, trasforma una zucca in una carrozza e le dona un abito bellissimo e scarpine di cristallo. unico impegno è tornare subito a casa allo scoccare della mezzanotte.

Al castello il principe nota Cenerentola tra tutte le damigelle e balla solo con lei, che è al colmo della felicità. Ma, ahimé, il tempo passa. Allo scoccare delle ore Cenerentola ricorda il suo impegno e fugge, lasciando nelle mani del pirncipe una scarpina.

Il principe è deciso a trovare la ragazza dei suoi sogni e il giorno dopo, armato della scarpina, va di casa in casa alla ricerca di colei che diverrà sua moglie. Si reca anche a casa di cenerentola. Qui le sorellastre si fanno subito avanti per provare la scarpina sui loro piedoni, impedendo alla fanciulla di farsi avanti. Il principe insiste perchè anche lei provi la scarpina. La perfida matrigna la fa cadere e andare in frantumi, ma Cenerentola corre a prendere l'altra scarpina e la mostra al principe, il quale la conduce con sé a corte per farne la sua sposa.

LILLI E IL VAGABONDO (1955)

REGIA: Walt Disney e altri.

 

Il giorno di Natale un giovane regala alla moglie una bella cucciolina, Lilli, la quale diventa la regina della casa fino a quando non arriva un bebè, a causa del quale viene trascurata. Diventa amica di Biagio, un cane vagabondo, il quale le fa compagnia e, la sera, la conduce dai  suoi buoni amici Tony e Joe, che gli preparano un memorabile piatto di spaghetti con polpettine di carne. Lilli e il vagabondo si giurano eterno amore.

Il giorno dopo succedono molte disavventure. Biagio viene chiuso in uno sgabuzzino e Lilli in cantina.

Finalmente arrivano i padroni mentre l'accalappiacani sta portando via 
l'innocente Biagio. Liberano Lilli dalla cantina e la riportano a casa assieme a Biagio.
Nel Natale successivo vediamo Lilli e Biagio con i padroni e con i loro quattro cuccioli.

GLI ARISTOGATTI (1970)

 

REGIA: Wolfgang Reitherman

 

Una felice famiglia di gatti, Duchessa e i suoi cuccioli Bizet, Matisse e Minou, abita in una grande casa in stile classico assieme all'anziana padrona di casa, Madame Adelaide. Costei decide di fare testamento, lasciando ogni suo bene ai gatti e, solo dopo la loro morte, al maggiordomo. Costui, allora, decide di sbarazzarsi dei gatti: prepara per loro una cena a base di sonnifero e li porta fuori Parigi per abbandonarli. Lungo la strada incontra due cani, Napoleone e Lafayette, che assalgono chiunque passi dalle loro parti.

Nella colluttazione,Duchessa e i gattini finiscono sotto un ponte; Edgar riesce a fuggire. Madame scopre che i gatti sono scomparsi.

Duchessa fa la conoscenza di Romeo, un grosso gatto rosso che canta e balla. Gli chiede di aiutarla a tornare con i cuccioli da madame: Romeo decide di ospitarli a casa del gatto trombettiere Scat Cat, che guida una banda di gatti randagi jazzisti. Quando gli Aristogatti riescono a tornare a casa, Romeo decide di ritornare alla sua vita di gatto girovago, mentre Duchessa e i gattini vengono catturati da Edgar; Madame Adelaide li sente miagolare, ma crede di aver sognato. Romeo corre a salvarli, aiutato da Scat Cat e i suoi compagni. Tutti insieme assaltano Edgar.

Alla fine Madame Adelaide decide di adottare Romeo e di fondare una casa di riposo per tutti i gatti randagi di Parigi.

BAMBI (1948)

 

REGIA: David Dodd Hand - Produttore Walt Disney

 

Il piccolo Bambi vive un'infanzia felice, ma l'inverno è sempre duro, per la scarsità di cibo. Un giorno, spinti dalla fame, Bambi e sua madre si inoltrano nella prateria, dove ci sono dei pericolosi cacciatori; la madre riesce a mettere in salvo Bambi, ma perde la vita.

Divenuto adulto, rincorre la cerbiatta Faline e se ne innamora; dovrà ingaggiare un combattimento con un cervo rivale per conquistarla; quella notte, lui e Faline si parleranno d'amore.

Una notte, per difendere Faline dai cacciatori, rischia la vita e rimane ferito da una pallottola. Tutti gli animali riescono a trovare rifugio su un isolotto nel lago. Le ultime scene del film si chiudono sulle belle immagini della nascita di due cerbiatti, figli del principe Bambi.

SHREK (2001)

REGIA: Vicky Jenson, Andrew Adamson

INTERPRETI: Mike Myers, Eddie Murphy, Cameron Diaz, John Lithgow, Vincent Cassel.

DURATA: 90 minuti.

 

Shrek è un inusuale film d'animazione, che distrugge tutti i miti disneyani, dove mancano scurrilità e parole volgari.

Shrek è un orco che vive da solo nella sua palude. Un giorno tutti i personaggi delle fiabe, sfrattati dal perfido Lord Farquaad, arrivano a casa sua. Lord Farquaad vuole trovare la bella e giovane principessa Fiona, rinchiusa nella torre più alta di un castello con una draghessa come guardia.

Shrek stipula un patto con Farquaad: troverà la principessa ma il Lord manderà via dalla palude tutti i personaggi delle fiabe. Shrek, con l'amico Ciuchino, va a cercare la principessa. La draghessa carceriera si innamora di Ciuchino; Shrek trova Fiona, che deve condurre da Lord Farquaad.

Durante il viaggio, tra Shrek e Fiona nasce un feeling. Shrek scopre che Fiona di notte si trasforma in un'orchessa e lei gli confessa, che per restare sempre una principessa, deve baciare il suo Principe Azzurro.

Durante la festa di matrimonio con Lord Farquaad, Fiona scopre di amare Shrek, così si trasforma in draghessa. Lord Farquaad cerca di far uccidere Shrek dalle sue guardie e minaccia Fiona di rinchiuderla nella torre, ma la draghessa divora il perfido Lord. Fiona bacia Shrek, diventando per sempre un'orchessa. I due si sposeranno.

IL LIBRO DELLA GIUNGLA

PINOCCHIO

IL PRINCIPE D'EGITTO

ASTERIX E CLEOPATRA

LA GABBIANELLA E IL GATTO

LE AVVENTURE DI PETER PAN

IL GOBBO DI NOTRE-DAME

LA BELLA E LA BESTIA

ANASTASIA (1997)

 

Nel 1916, lo zar Nicola II indice un gran ballo. Quella sera, l'imperatrice decide di fare un regalo alla sua nipote preferita, la piccola granduchessa Anastasia: un carillon. Quella notte ha inizio la Rivoluzione Russa e il palazzo viene invaso dalla folla. Il servo Dimitri riesce a salvare l'imperatrice e Anastasia; le due salgono su un treno, ma Anastasia scivola e batte la testa sul marciapiede.

Dieci anni dopo, l'imperatrice, in esilio a Parigi, ricerca la nipote. La giovane Anya, che ha difficoltà di memoria, incontra due truffatori alla ricerca di una sosia della Granduchessa, a cui Anya rassomiglia incredibilmente. Le insegnano l'etichetta di corte e la portano dall'imperatrice. La ragazza, poco alla volta, vede riaffiorare ricordi del passato. A Parigi, però, l'Imperatrice è stanca di sentirsi presa in giro da ragazze che si fingono Anastasia; Dimitri, il quale sa con certezza che Anya è la granduchessa, decide di andare all'Opera a parlare con la vecchia imperatrice; le mostra il carillon che Anastasia aveva perso durante la fuga dieci anni prima. Nonna e nipote si riabbracciano commosse. Dopo altre peripezie, Anastasia e Dimitri si dichiarano il loro amore.

MADAGASCAR

 

Un gruppo di pinguini dello zoo, tentano di scappare verso l'Antartide scavando una buca con dei cucchiaini, ma finiscono nel recinto di Marty, la zebra, che è tentato di andar via dallo zoo. Nella notte Marty fugge; il leone Alex, l'ipppopotamo Gloria e la giraffa Melman vanno a cercarlo.

Alla stazione di New York una vecchietta picchia Alex e fa scivolare Melman; arrivano poliziotti, pompieri e carabinieri che li icatturano e li spediscono in  una riserva naturale in Kenya. Durante il viaggio i pinguini riescono a liberarsi e prendono il controllo della nave per dirigersi verso l'Antartide, ma finiscono tutti sulla spiaggia dell'isola di Madagascar. Qui vengono accolti da un gruppo di lemuri. La fame risveglia gli istinti animali: più di una volta, il leone tenta di procurarsi il cibo mordendo la zebra. Alla fine Alex riscopre il sentimento di amicizia che aveva verso di lui. Alla fine tutti gli animali troveranno modo di convivere felicemente.

L'ILLUSIONISTA (2010)

DURATA: 80 minuti.

 

Il film deriva da una sceneggiatura inedita del mimo e attore Jacques Tati.

Un illusionista che vede il pubblico progressivamente disaffezionarsi ai suoi spettacoli, preferendo le star del rock & roll, è costretto ad esibirsi nelle piazze o nei caffé. In un pub incontra Alice, una ragazzina innocente che gli cambia la vita. Alice crede che i suoi trucchi siano realtà. Ma un giorno Alice crescerà.

LA SIRENETTA

 

Il film è liberamente ispirato ad una fiaba di Hans Christian Andersen.

Ariel, una bella sirenetta, figlia di re Tritone, sogna una vita al di fuori del mare. Un giorno sale in superficie e vede su una nave la festa di compleanno di un bellissimo ragazzo, Eric e, subito dopo, il naufragio della nave, a causa di una tempesta. Riesce a salvare il giovane, il quale non conosce l'identità della sua salvatrice ma solo la sua voce; Eric le giura che la ritroverà e la sposerà. Anche Ariel è innamorata di Eric. Re Tritone è arrabbiato con sua figlia. Ursula, la terribile strega del mare che odia re Tritone, cerca di approfittare della situazione e propone un patto ad Ariel: in cambio della sua stupenda voce la trasformerà in un essere umano per tre giorni, dandole la possibilità di trovarlo e farsi riconoscere da lui. Se riuscirà a farsi baciare da Eric, diventerà per sempre un'umana, in caso contrario diventerà la schiava di Ursula. Ariel accetta e acquista un paio di gambe, ma perde la voce.

Giunta sulla spiaggia Ariel incontra subito Eric, che è alla ricerca della sua salvatrice e della sua futura sposa, ma non la riconosce. Nasce fra i due una tenera amicizia ed Ariel riesce quasi a baciarlo, ma Ursula si trasforma in una ragazza, Vanessa; intona un canto melodioso con la voce di Ariel ed ipnotizza Eric, che decide di sposarla. Ariel riesce a riavere la sua voce ma, trascorsi i tre giorni, ridiventa sirena.

Ursula la trascina con sé negli abissi, ma Eric riesce ad uccidere la strega.

Re Tritone, consapevole dell'amore che lega Ariel ad Eric, la trasforma in un'umana e lascia che i due giovani vadano incontro al loro destino di felicità.

PETALI PROFUMATI - I vostri haiku

 

Se siete iscritti a Facebook e volete cimentarvi con la scrittura degli haiku, oppure siete esperti e volete contribuire con i vostri componimenti, vi invito a iscrivervi al mio gruppo PETALI PROFUMATI - I nostri haiku.  Il link per gli iscritti a facebook è il seguente:

 https://www.facebook.com/groups/petaliprofumati/

 

Se chiedete l'iscrizione, daremo una veloce occhiata  al vostro diario di Facebook (per evitare di iscrivere buontemponi e perditempo). Sono graditi coloro che amano l'arte, la bellezza, la gioia e coloro che vogliono leggere o scrivere haiku. Il gruppo propone diverse attività: organizziamo giochi e gare di haiku (in premio diamo pergamene virtuali).